VELLETRI

Cambia Comune

Itinerari

Itinerari

Museo civico archeologico

Il Museo civico archeologico di Velletri si trova nei pressi del Palazzo Comunale, nel centro storico della città castellana, e fa parte del cosiddetto Sistema Museale Urbano, che comprende il Museo Diocesano e il Museo di Geopaleontologia dei Colli Albani. Dall'ampia collezione storico-archeologica, che è stata realizzata attraverso numerose campagne di scavo a Velletri e nelle zone circostanti, emerge con preponderanza il cosiddetto Sarcofago delle Fatiche di Ercole, o Sarcofago di Velletri, scolpito nel II secolo avanti Cristo, e pezzo forte del museo. Il museo è diviso in materiali funerari (lapidi, sepolture e simili) e materiali di uso comune, che vanno dagli attrezzi domestici alle sculture votive, raccolti tra il 1881 e il post-Seconda guerra mondiale.
Itinerari

Cattedrale di San Clemente a Velletri

La Cattedrale di San Clemente è la maggiore chiesa cattolica di Velletri, nonché sede della diocesi-sede suburbicaria di Velletri-Segni, una delle più importanti tra le diocesi intorno a Roma, che ha dato alla chiesa diversi papi, ultimo di questi Benedetto XVI, che qui ricoprì per anni il ruolo di cardinale-vescovo. La chiesa originaria venne costruita nel V secolo in onore di Clemente I, quarto papa della Chiesa cattolica, ma l'edificio attuale è frutto di una successione architettonica protrattasi per diversi secoli, con gli ultimi elementi aggiunti al termine della Seconda guerra mondiale, quando si dovette ricostruire parte dell'edificio distrutto dai bombardamenti. All'interno della Cattedrale si conserva l'immagine sacra della Madonna delle Grazie, meta di pellegrinaggio tra i fedeli veliterni.
Itinerari

Palazzo Comunale

Posto in posizione centrale e rialzata, nel pieno del centro storico cittadino, il Palazzo Comunale di Velletri è un edificio di grande valenza architettonica. Dalle proporzioni monumentali, che ben si delineano in una struttura dal porticato a quattordici aperture, diviso su tre livelli e realizzato con una commistione di elementi lisci e grezzi dati dall'uso del tufo (pietra locale di origine vulcanica), la sua costruzione risale al periodo 1575-1590, ma l'edificio attuale è frutto della ricostruzione post-bellica, dato che il palazzo fu pressoché distrutto dai bombardamenti.
Itinerari

Monte Artemisio

Il Monte Artemisio è una delle più alte cime del complesso del Vulcano Laziale, inserito all'interno del Parco Regionale dei Castelli Romani. Le sue cime più importanti sono quelle del monte Peschio (939 metri), del Maschio d'Ariano (891 metri) e del Maschio dell'Artemisio (812 metri) e sono le più alte dei Castelli Romani, subito dopo il Maschio delle Faete (956 metri) e del Monte Cavo (949 metri), queste ultime due nel territorio di Rocca di Papa, poco distanti. Il Monte Artemisio fa parte di una zona naturalistica di grande importanza, tutelata dall'Unione Europea e dall'Italia, grazie alla presenza di una macchia boschiva indigena ancora ben conservata.
Itinerari

Dati generali

Regione: Lazio; Provincia: Roma (RM); Zona: Italia Centrale; Popolazione Residente: 53.213; CAP: 00049; Prefisso Telefonico: 06; Denominazione Abitanti: velletrani o veliterni; Santo Patrono: San Clemente; Festa Patronale: 23 novembre

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita