SERAVEZZA

Cambia Comune

Storia

Storia

Cenni storici

Le prime notizie storicamente documentabili su Seravezza risalgono 1040, anche se sono state ritrovate tracce di insediamenti preromani. Il nome Seravezza ha origine probabilmente, dal toponimo longobardo "Sala Vetitia", che identificava un centro di scambi commerciali. I primi documenti risalgono all'età delle vicende dei nobili di Corvaia e Vallecchia e dalle persecuzioni attuate contro di essi dal Comune di Lucca. Essendo terra di confine, venne distrutta e occupata innumerevoli volte, prima dalle truppe lucchesi, poi da quelle fiorentine e infine da quelle francesi. Il primo atto autentico del Comune di Seravezza risale al 1515, anno in cui la città offriva a Firenze il Monte Ceragiola, l'Altissimo e le numerose fabbriche di ferro o "magone" che lavoravano la base dei materiali presenti in gran copia sul territorio. Molto sfruttate furono anche le cave di marmo che divennero meta di famosi scultori alla ricerca del prezioso marmo statuario. Dal '500 in poi, infatti, la storia di Seravezza coincide con quella dell'escavazione e lavorazione del marmo, fino ai periodi di belligeranza per le guerre mondiali, quando ci fu un brusco arresto per la posizione strategica del paese, sulla Linea Gotica, che causò lutti, rovine e parziale distruzione. Seravezza, con gli altri Comuni della Versilia, è stata decorata della Medaglia d'oro al Valor Militare per l'alto contributo dato nella lotta di Liberazione Nazionale per la sconfitta degli oppressori nazifascisti, per il ritorno alla Democrazia e per la nascita della Repubblica Italiana.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita