SANTHIA'

Cambia Comune

Storia

 
Storia

Un po' di storia...

Santhià sorge in posizione equidistante dai centri di Vercelli, Biella ed Ivrea. Il territorio comunale venne quasi certamente abitato già in epoca romana, come testimoniano alcuni importanti ritrovamenti archeologici (un’ara, oggetti in bronzo e lapidi sepolcrali, tutti databili tra il I e il III secolo d.C). In questo periodo la città godeva di particolare importanza: la presenza di ben tre ospedali avvalora questa ipotesi. Il toponimo pare invece risalire al Medioevo: deriverebbe da Sant’Agata, Santa particolarmente cara alle popolazioni longobarde. I primi documenti che testimoniano l’esistenza dell’antico Borgo di San’Agata risalgono al X secolo. Ci riferiamo al Codice Vaticano 4322, che annovera questa pieve tra le più importanti della diocesi. Testimonianze certe sono anche quelle relative ai numerosi diplomi imperiali: citiamo ad esempio quello dell’Imperatore Ottone III, datato 7 maggio 999, che attesta la vendita del Borgo al Vescovo di Vercelli. A partire dal XIII secolo, Santhià seguirà le vicende della Repubblica Vercellese, divenendo territorio assoggettato ai Visconti di Milano prima e ai Savoia poi. Nei secoli successivi la città divenne terreno di numerose battaglie tra diverse fazioni: in particolare ricordiamo i conflitti tra sabaudi e monferrini e tra francesi e spagnoli (XVI secolo). Solamente nel 1575 ritornò territorio dei Savoia, dopo un decennio di occupazione spagnola. Nel ‘600 Santhià acquisì notevole importanza, divenendo sede della Zecca e del Senato Sabaudo. Questi trasferimenti furono dovuti all’epidemia di peste che colpì la zona (Torino in particolare), ma che risparmiò la città. Questo secolo fu però caratterizzato da nuovi assedi, causati dalle guerre civili che interessavano tutto il Piemonte.Solamente nel XVIII secolo ci furono i primi segni di ripresa di vita civica e culturale, i quali ebbero massima cuspide nell’800. Durante la dominazione francese Santhià divenne infatti sede del dipartimento della Sesia, mentre dopo il ritorno sotto la giurisdizione sabauda divenne Capoluogo di mandamento.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita