ORZINUOVI

Cambia Comune

Storia

Storia

Cenni storici

La storia di Orzinuovi è collegata in qualche modo a quella di Brescia. Dal 1259 al 1440 vi sono stati un susseguirsi di tentativi di assedi risolti con la pace di lodi nel 1454.In seguito a questa data vi è un periodo di grande splendore definito "primo Rinascimento Orceano". Orci è il paese agricolo, artigianale e proletario, gli intellettuali abbandonano la terra d'origine per trasferirsi in città. La rivoluzione francese e la soppressione della Repubblica di Venezia portarono, prima l'istituzione di un governo provvisorio e poi la Repubblica Cisalpina e il Regno Italicodi Napoleone il quale rafforza gli organismi di controllo e accentra la competenza per le attività militari. Nel 1859 con l'elezione a sindaco di Eugenio Maestrazzi tutti i cittadini sono favorevoli all'ideale dell'Unità d'Italia, nel progresso economico e nei primi anni del secolo nuovo si espanse l'edilizia privata e vengono realizzate alcune opportune opere per l'igiene, lo sport e la pubblica istruzione. In questo ventennio spiccano inoltre le figure di Carlo Guido Mor che pubblica in due volumi "Origini e tradizioni storiche di Orzinuovi", e quella dei nobili. Dopo la seconda guerra mondiale Orzinuovi, si trovava impegnata nella ripresa economica che ha visto un esodo dalla campagna verso l'area industrializzata. Le figure più rappresentative del passaggio tra presente e passato sono il Prof. Pietro Stazzi, l'arciprete Don Santi, il Dott Mario Soardi, il musicista Franco Margola. L'origine di cittadella fortificata è documentata dalle fortificazioni, dalla caratteristica pianta a stella, di cui rimane la Rocca di S. Giorgio, verso nord, e qualche traccia del muro perimetrale. Nelle chiese e nei palazzi che circondano la bella e caratteristica piazza rettangolare sono conservate importanti opere del Moretto, del Mombello, del Bagnadore, del Cossali e del Procaccini. Nella frazione Barco i resti del Castello della famiglia Martinengo.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita