NOGARA

Cambia Comune

Storia

Storia

Cenni storici

Il toponimo deriva dalla fitta presenza di alberi di noci che coprivano il territorio. Anticamente era Nux-Nugaria. Nogara fu terramara, con i caratteristici insediamenti di palafitte, e ruolo importante ebbe al tempo dell’Impero Romano. La fortuna del paese fu di trovarsi in una posizione geografica di importanza strategica: sorgeva proprio sulla strada Claudio-Augusta, che, per Ostiglia, collega Bologna e Verona; sul suo territorio poi si transitava per spostarsi tra Mantova e Legnago; da non dimenticare poi il Tartaro, che scorre accanto al paese sull’asse nord-sud. La rilevanza strategica di Nogara però fu anche la causa dei numerosi scontri che nei secoli si succedettero: situata al confine tra il veronese ed il mantovano, fu per lungo tempo al centro, e la causa, di scontri tra Venezia e la casa d’Austria. Nel X secolo il re Berengario costruì un castello. Citato nelle cronache dell’epoca, fu luogo di contese e lotte fratricide. Come ci riportano documenti dell’epoca, nel 920-936 i monaci fecero un accordo con gli abitanti di Nogara: il clero affittò alle genti le case a patto che questi proteggessero il castello e la chiesa di San Silvestro dalla invasioni barbare. Nel medioevo Nogara era caposaldo dei Canossa, e fu assalita e messa sotto assedio dalle truppe di Enrico IV. Gli abitanti però difesero strenuamente il castello ed uscirono vittoriosi, costringendo Enrico IV a togliere l’assedio; questo fu anche l’episodio che segnò l’inizio del declino dell’imperatore. Dopo le lotte, le devastazioni ed i saccheggi che Nogara subì prima dell’arrivo della signoria Scaligera, mano a mano il paese perse la sua importanza. Nel 1509, per mano degli spagnoli e dei Borgognoni il castello fu raso al suolo. Nel 1630 il paese fu colpito dalla peste di manzoniana memoria, che dimezzò la popolazione. Con l’arrivo dei francesi Nogara entrò a far parte del governo centrale legnaghese; sotto gli austriaci (1815) fu invece compresa nel distretto di Sanguinetto.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita