NERVIANO

Cambia Comune

Storia

 
Storia

Cenni storici

Il territorio di Nerviano è ubicato nella fascia a Nord – Ovest di Milano, lungo l’antica strada consolare del Verbano – ora S.S. del Sempione. Le origini del nome "Nerviano" sono incerte e controverse, ma non ci dovrebbero essere dubbi sulla sua ascendenza romana, peraltro confermata, sotto il profilo etimologico, dal suffisso "Anus" (Nerviano). Il corso del fiume Olona è stato senz’altro determinante per lo sviluppo dei primi insediamenti umani. Le origini antichissime sono confermate dai reperti archeologici e tombali, quali vasetti di forme diverse, fibule in bronzo, ad arco serpeggiante, patere ecc. , rinvenute nel 1958 in località Costa S. Lorenzo e risalenti probabilmente al I – II secolo d.C. Fino al XII secolo non si hanno altre notizie certe. Quattro bolle pontificie, tutte del XII secolo, attestano la considerevole importanza assunta dal borgo nervianese nel periodo medievale. Inoltre, la Chiesa matrice di S. Stefano, una delle più antiche della Diocesi, designata "antichissima" nelle bolle di Papa Alessandro III nel 1169 e di Papa Urbano III nel 1186, è a capo di una vasta pieve comprendente ben 30 chiese situate nelle località di Caronno, Cornaredo, Lainate, Pogliano, Pregnana, Saronno, Origgio, Vanzago, S. Pietro all’Olmo. La Prepositura di Nerviano gode di prestigio, ed è sede, fin dal 1228 di una importante Collegiata. La collocazione geografica di Nerviano capo – pieve, situata sulla strada del Verbano e le acque dell’Olona che permettono l’irrigazione e favoriscono raccolti più abbondanti, agevolano la fiorente attività mercantile, di cui è documentata l’esistenza già nel 1158, in una "carta venditionis" (documento di vendita). Il passaggio sulle terre nervianesi di Federico I Barbarossa e delle sue truppe semina rovina e distruzione. Nel periodo comunale Nerviano, che fa parte del contado milanese e ne segue le vicende politiche, è teatro di aspre lotte di parte tra i Visconti e i Torriani e fra gli stessi Visconti (come lo scontro tra Luchino e Lodrisio Visconti avvenuto a Parabiago nel 1339, che vede l’esercito schierato sul territorio di Nerviano). Il potere che più conta a Nerviano per parecchi secoli è quello di un ramo della famiglia dei nobili Crivelli che ha il vanto di generare personaggi importanti, tra i quali spicca Papa Urbano III. I Crivelli si succedono ininterrottamente e, soprattutto alla fine del 600, riescono ad accumulare un patrimonio notevolissimo. Sarà proprio un Crivelli, il nobile e potente Ugolino che nel 1468 sosterrà la costruzione del Monastero Olivetano di S. Maria Incoronata, centro di preghiera e di lavoro, secondo la regola benedettina. Alla realizzazione dell’opera lavorano artisti miniatori e calligrafi, fra i quali Alessandro da Sesto, che è anche il primo Priore, Ambrogio da Fossano, detto il Bergognone, dipinge la Pala dell’Altar Maggiore rappresentante l’Assunzione e l’Incoronazione della Vergine, conservata attualmente presso la Pinacoteca di Brera. La vita del Monastero continua fino alla sua soppressione, avvenuta nel 1798, con decreto della Repubblica Cisalpina. Quanto alla popolazione, lo "Status Animarum" redatto dal Parroco, ci informa che nel 1574 era costituita da 1464 persone. La gente viveva in 131 case, distribuite nelle zone: Zaccona o Zancona; dalla’ de l’acqua dell’Olona; Cassina del pe’; Villanova, Garbatola, Cantono. Nei secoli XV e XVI Nerviano subisce le ripercussioni delle vicende storico – politiche e militari del ducato di Milano. Nel periodo della dominazione spagnola il feudo di Nerviano e Garbatola viene acquistato da Marsilio Fossati; successivamente nel 1669 è venduto al capitano Prospero Crivelli e quindi, nel 1697, passa al conte Don Gaspare Prospero Po. Dall’inizio del XVIII secolo fino alla metà del secolo successivo, salvo la parentesi napoleonica, la Lombardia è sotto il dominio austriaco e Nerviano ne segue le vicende.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita