MOZZATE

Cambia Comune

Storia

 
Storia

CENNI STORICI

“Mozzate sta sulla postale di Varese dove le ultime colline muoiono nella pianura milanese. A mezza via fra Saronno e Tradate, ha 15 mila pertiche di territorio, senz’altre acque che il Bozzente. Boschi al basso, grani o gelsi nella maggior parte, viti nella poca collina, sono lavorati attentamente dai 2000 abitanti” così scriveva Cesare Cantù nell’opera “Como e sua Provincia” del 1859. Il territorio Mozzatese è percorso dai torrenti Bozzente e Gradaluso e da altri piccoli corsi d’acqua, con i quali è intrecciata la storia del paese per le diverse inondazioni avvenute nei secoli passati. L’etimologia del toponimo è di difficile interpretazione. E’ per alcuni nome di tipo preromano, per altri è il termine proveniente dal nome personale “Mozzo” diffuso nel Medioevo. Se povero di fatti rilevanti è il percorso medievale a Mozzate, è più ricca la storia successiva del paese, connessa con quella di alcune grandi famiglie, quali i Maineri, i Luini, i Del Maino e, più tardi, i Castiglioni, i Cornaggia Medici, i Carena, i Giussani, per citare solo quelle più illustri. L’agricoltura era un tempo l’attività più redditizia del paese, che aveva di conseguenza un aspetto rurale, caratterizzato, nel centro storico, dalle tipiche case a corte e, nella campagna, dalle fattorie di modesta dimensione. Il rapido evolversi economico ha in parte mutato la vecchia realtà. Si sviluppano iniziative nel settore industriale ed artigianale, con l’impianto di imprese di medie o piccole dimensioni. Il centro abitato si è evoluto ed è stato completamente recuperato con ristrutturazioni dei vecchi edifici. Parte del territorio di Mozzate è compresa nel Parco Naturale della pineta di Appiano Gentile e Tradate.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita