MONTEGRANARO

Cambia Comune

Itinerari

Itinerari

Dati generali

Regione: Marche; Provincia: Fermo; Altitudine: 279 m s.l.m.; Superficie: 31,42 km²; Abitanti: 12.912; Densità: 410,95 ab./km²; Frazioni: Guazzetti, Santa Leandra, Santa Maria, San Tommaso, Vallone, Villa Luciani, il Torrione; Comuni confinanti: Monte San Giusto (MC), Monte San Pietrangeli, Monte Urano, Montecosaro (MC), Morrovalle (MC), Sant'Elpidio a Mare, Torre San Patrizio. Cod. postale: 63812; Prefisso: 0734.
Itinerari

Chiesa di San Serafino

Dedicata all'umile frate cappuccino nato a Montegranaro (1540-1604), sepolto però nella chiesa dei Cappuccini ad Ascoli, dove trascorse gli ultimi anni della sua vita. L'elemento che più colpisce di questa chiesa è la presenza dei suoi altari lignei decorati con pale preziose.
Itinerari

Chiesa di San Francesco

Edificata nel 1245 fuori le mura, crollata nel 1586 e ricostruita, dopo il 1603, grazie all'interessamento di Sisto V il cui stemma campeggia sull'antico portale del XIV secolo. Il convento, anch'esso ricostruito nei primi anni del '600, oggi sede della biblioteca, viene chiamato Palazzo Francescani.
Itinerari

Chiesa di SS. Filippo e Giacomo

Antica fondazione farfense di cui, nel 1539, fu priore secolare il poeta e letterato Annibal Caro. La chiesa nelle forme attuali risale al 1760.
Itinerari

Cripta di Sant'Ugo

La Chiesa di Sant’Ugo, erroneamente definita “cripta” o “criptoportico”, è in realtà una costruzione romanica databile intorno all’anno 900 d.C.. È pensabile che insista su un preesistente edificio di epoca anteriore, forse romana. La Chiesa, edificata fuori dalla cinta muraria e parte di un convento prima benedettino e poi silvestrino, era intitolata ai SS. Filippo e Giacomo e solo successivamente fu dedicata a Sant’Ugo, dopo che venne costruito un nuovo tempio più in alto sul crinale che, nelle successive modificazioni e ampliamenti, inglobò la chiesa mutandola, di fatto, in una pseudo-cripta. Al suo interno possiamo ammirare tre cicli di affreschi di epoche differenti: il primo datato esattamente al 1299, il secondo intorno alla metà del 1300 e il terzo nel 1500. Questo fornisce la possibilità di visualizzare nello spazio di pochi metri l’evoluzione dell’arte nell’arco di tre secoli. Tutti i cicli sono di estremo interesse storico e artistico, in particolare il primo e più antico che può essere considerato un unicum nel mondo, ad opera di un non meglio identificato artista che gli storici dell’arte definiscono “maestro di Montegranaro”. (Foto Alberto Monti)
Itinerari

Auditorium "Officina delle Arti"

E' una struttura di recente realizzazione, riservata ai laboratori scolastici e ad attività musicali e teatrale e alla convegnistica. Ospita, tra le varie attività, la prestigiosa stagione concertistica degli “Amici della Musica di Montegranaro”.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita