LUGO

Cambia Comune

Gastronomia

Gastronomia

Tagliatelle con ragù di Mora romagnola

Ingredienti:
  • 500 gr di tagliatelle fresche
  • 500 gr di polpa di spalla di Mora romagnola
  • 1 fetta di pancetta di Mora romagnola
  • 4 scalogni
  • 2 mestoli di brodo vegetale
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe q.b.
  • vino bianco secco (Albana DOCG)
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
Preparazione
Pestare finemente gli scalogni, porli in una casseruola con l’olio e fare imbiondire a fuoco vivace. Macinare la carne e la pancetta e aggiungerle nella casseruola, mescolare di tanto in tanto. Quando la carne sarà rosolata, sfumare con il vino, salare e pepare, rimescolare bene, aggiungere il concentrato di pomodoro e il brodo e fare cuocere a fuoco basso per circa 1 ora (se si asciuga aggiungere del brodo).Cuocere in abbondante acqua salata le tagliatelle. Mettere in una padella capiente due cucchiaiate di ragù, scolare le tagliatelle al dente, versarle nella padella, saltarle, dividerle in 4 piatti fondi, aggiungere ad ognuna 1 cucchiaio di ragù, una grattatina di Parmigiano Reggiano.

Gastronomia

Cappelletti in brodo di gallina

Ingredienti
Per il brodo
  • mezza gallina; 
  • 1 gambo di sedano; 1 carota; 1 cipolla piccola; 1 cucchiaio di sale da cucina.
Per il ripieno dei cappelletti:
  • 200 grammi di prosciutto crudo; 
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato; 
  • 2 uova intere; 
  • il bianco della gallina bollita; 
  • noce moscata.

Preparazione
Per il brodo: in una pentola con due litri di acqua immergere la gallina e gli altri ingredienti per il brodo, portare ad ebollizione e lasciar bollire per circa 1 ora. Togliere la gallina e passare il brodo al setaccio, poi tenere in caldo per la cottura dei cappelletti.
Per il ripieno: tritare finemente il bianco della gallina con il prosciutto crudo, aggiungere poi le uova, condire con il parmigiano e un pò di noce moscata a piacere. Sentire di sale e pepe. Amalgamare il composto.
Per i cappelletti: stendere la pasta in fogli sottili, poi con un cucchiaino disporre dei tocchetti di ripieno. Con uno stampino tondo tagliare la pasta e poi modellare il cappelletto. Per la cottura: nel brodo ottenuto precedentemente, sentito di sale e portato ad ebollizione mettere in cottura i cappelletti per 5 minuti.
Servire in scodelle calde, condire a piacere con parmigiano reggiano.

Gastronomia

Torta cioccolato e pere al Rum

Ingredienti:
  • 2 grosse pere kaiser (sbucciate e pulite pesavano 600 gr. circa);
  • 200 gr di cioccolato fondente di ottima qualità;
  • 170 gr di burro morbido più una noce;
  • 200 gr di farina 00;
  • 100 gr di zucchero più 1 cucchiaio;
  • mezza bustina di lievito per dolci;
  • 4 uova;
  • cannella;
  • 1 bicchierino di RUM.
Preparazione:
Come prima cosa prendete le pere, sbucciatele, privatele del torsolo, di filamenti vari e tagliatele a fette nel verso della lunghezza e con uno spessore di poco superiore al mezzo centimetro.
Prendete una padella antiaderente, metteteci dentro una noce di burro e ponetela sul fuoco; una volta sciolto il burro aggiungete le pere, un cucchiaio di zucchero e una spolverata generosa di cannella. Girate le pere delicatamente, per evitare di romperle, e dopo poco aggiungete il bicchierino di Rum. Alzate la fiamma, e quando il liquido di cottura sarà evaporato spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.
Accendete il forno a 180°.
Mettete a fondere il cioccolato fondente a bagnomaria, una volta fuso, toglietelo dal fuoco e aggiungetevi 100 gr di burro a pezzetti, che a contatto con il cioccolato caldo si fonderà a sua volta. Girate bene il tutto e tenete da parte.
Prendete le uova, separate gli albumi dai tuorli.
Aggiungete agli albumi 50 gr di zucchero e montate a neve ben ferma.
In un’altra ciotola montate i tuorli con gli altri 50 gr di zucchero e con il burro, fino ad ottenere una bella crema, poi aggiungete il cioccolato fuso e girate bene, aggiungete la farina setacciata e la mezza bustina di lievito.
Girate bene il tutto e poi aggiungete gli albumi montati a neve molto delicatamente.
Prendete la tortiera, infarinatela, imburratela, e trasferite sul fondo metà del composto al cioccolato, disponete le fette di pera a raggiera, e coprite con il restante composto al cioccolato.
Se vi sono avanzate fette di pera, potete utilizzarle per comporre una decorazione sulla superficie della torta, facendole affondare per metà nell’impasto.
L’eventuale succo di cottura delle pere potete versarlo sulla superficie della torta.
Infornate per circa 35/40 minuti scarsi. Andrà benissimo se la torta resta morbida.
Appena la torta si intiepidisce un pochino spolverizzate con zucchero a velo.
Gastronomia

Passatelli in brodo

Ingredienti per 6 persone:
- 250 gr. di pane grattugiato;
- 250 gr. di parmigiano grattugiato;
- 6 uova;
- noce moscata (quanto basta);
- 1 litro e mezzo di brodo di carne;
- una presa di sale.

Preparazione:
Ottimo primo piatto della tradizione romagnola che un tempo si consumava principalmente di domenica e durante le feste.
Preparazione: in una terrina impastare il pane grattugiato con il parmigiano, le uova, la noce moscata e il sale. Passare l'impasto ottenuto attraverso uno schiacciapatate al quale avremo messo il disco dei fori più larghi. Tagliare i passatelli ad una lunghezza di 2-3 centimetri. 
Immergerli nel brodo in ebollizione. 
Quando saliranno in superficie saranno cotti. Servirli col brodo.

Gastronomia

Spoja (Sfoglia)

Ingredienti per 4 persone:
- 4 uova;
- 500 gr di farina 00.

Preparazione:
La sfoglia è la base di diversi tipi di minestre la cui preparazione è documentata in Romagna già dopo l'anno Mille. Si presenta setosa ed elastica perchè viene lavorata a lungo col mattarello.
Preparazione: strumenti indispensabili per lavorare la sfoglia sono é tulir, il tagliere o spianatoia e lo s-ciadur (mattarello). 
Mettere sul tagliere la farina a fontana con al centro le uova sgusciate. Con la punta delle dita coprire le uova con la farina. Strizzare l'impasto per amalgamarlo, lavorandolo con il palmo delle mani appoggiandosi con tutto il peso alternativamente sul polso destro e su quello sinistro. 
Ogni tanto è bene infarinare la spianatoia e fare in modo che non si formino grumi. L'impasto è pronto quando si formano sulla sua superficie delle piccole "bolle". 
A questo punto si stende l'impasto con il mattarello, cercando di applicare la medesima forza sulle due mani per ottenere una sfoglia omogenea e dalla forma rotondeggiante.

Gastronomia

Spoja Lorda (Minestra imbottita)

Specialità romagnola da cuocere nel brodo di carne (o di cappone).

Ingredienti per 6 persone
:
per la sfoglia:
- 300 gr di farina, 3 uova

per il ripieno:
- 200 gr di formaggio morbido (campagnolo, casatella o ricotta e raviggiolo);
- 100 gr parmigiano;
- 1 uovo intero;
- un pizzico noce moscata.

Preparazione: Si prepara la sfoglia. Stendere l'impasto in due sfoglie uguali piuttosto sottili. Preparare il ripieno, mescolando insieme il formaggio morbido e il parmigiano, l’uovo, un pizzico di noce moscata.  
Fare amalgamare bene i vari ingredienti, quindi stendere l’impasto su una delle due sfoglie. Ricoprire con l’altra la sfoglia e pressate leggermente in modo da far aderire bene le due superfici. Ritagliare la pasta con l'apposita rotellina tagliapasta in quadratini di circa 2 cm di lato e farli cuocere in abbondante brodo di carne per pochi  minuti. Servire la minestra appena pronta con parmigiano grattugiato a piacere.

Gastronomia

Piadina Romagnola I.G.P.

La piadina romagnola è un prodotto alimentare composto da una sfoglia di farina di grano, strutto od olio di oliva, bicarbonato o lievito, sale e acqua, che viene tradizionalmente cotta su un piatto di terracotta, detto teglia (teggia in romagnolo), ma oggi più comunemente viene cotta su piastre di metallo oppure su lastre di pietra refrattaria chiamate testo (tëst in dialetto). È, per dirla con Giovanni Pascoli, «il pane, anzi il cibo nazionale dei Romagnoli»: in realtà, lo era innanzitutto per i più poveri.

Ingredienti:
- 1 kg. di farina;
- 4 gr. di bicarbonato di sodio;
- 300 gr. di strutto, sale.

Preparazione: impastare tutti gli ingredienti assieme, aggiungere un poco di acqua o latte per formare un impasto sodo. 
Distendere l'impasto col mattarello su una spianatoia formando un bel tondo di pasta non troppo sottile. Cospargere di tanto in tanto il mattarello con la farina, per non fare attaccare l'impasto al legno. 
Mettere a cuocere la pasta sul testo di terracotta, sotto cui deve ardere un fuoco piuttosto “allegro” poichè la cottura deve essere veloce. 
Schiacciare le eventuali bolle che si formano coi rebbi della forchetta.
Gastronomia

La brazadela (la Ciambella)

E' il dolce tipico campagnolo e contadino consumato alla fine di pranzi importanti, servita con un buon bicchiere di vino dolce o un buon Sangiovese. Si prepara con ingredienti semplici, cotta nel forno all’interno di recipienti che possono avere forme diverse: ellittici, rotondi con il buco al centro, allungati. Il prodotto finale di solito ha una superficie di colore giallo spolverata di zucchero, l’interno è friabile e di colore giallo tenue.
Si possono identificare ben 6 versioni: imolese, faentina, ravennate, forlivese, ferrarese e della bassa Romagna. Differiscono per ingredienti e forma.

Ingredienti
:  
- 500 gr di farina 00, 3 uova;
- 100 gr di zucchero;
- 80 gr di strutto;
- 1/2 limone grattugiato;
- 1/2 bicchiere di latte;
- 1 bustina di miscela a base di bicarbonato e cremor tartaro.

Preparazione: predisporre la farina sul tagliere, aggiungere gli altri ingredienti al centro e impastare. L’imposto deve risultare morbido. 
Infornare a 180°C per circa mezz’ora.

Gastronomia

La sopa inglesa (la Zuppa inglese)

Questo dolce casalingo al cucchiaio, viene preparato in Romagna fin dall'Ottocento. 

Ingredienti per 4 persone
:  
- 4 uova, 4 cucchiai di farina;
- 4 cucchiai di zucchero;
- 50 gr di cacao in polvere;
- 1/2 l di latte, scorza di 1/2 limone;
- savoiardi;
- liquore alchermes (e/o rosolio).

Preparazione: mescolare per dieci minuti in una scodella i tuorli, lo zucchero, la farina, il latte e la scorza di limone. Rovesciare il composto in un tegame e riscaldare a fuoco lento, mescolando continuativamente per evitare che il composto si attacchi al fondo. Appena la crema diventa densa, toglierla dal fuoco e suddividerla in due parti uguali. Aggiungere a una delle due il cacao e mescolare fino ad omogeneità. Intingere i savoiardi nel liquore e disporli sul fondo di una terrina. Alternare strati delle due creme a strati di savoiardi fino ad esaurimento. Utilizzare la crema al cioccolato per l'ultimo strato di guarnitura. Lasciare riposare, quindi mettere in frigo e servire freddo.
Gastronomia

Zuppa di rane

Ingredienti per 4 persone: 24 rane - 150 cl di brodo - 2 pomodori pelati - 4 fette di pane - 1 carota - 1 spicchio d’aglio - 1 cipolla - 1 cucchiaio di prezzemolo tritato - 1 sedano - 3 cucchiai d’olio d’oliva - sale e pepe. Preparazione: Per iniziare bisogna togliere le cosce alle rane e metterle da parte, poi scaldare in una pentola i 3 cucchiai d’olio con la carota tagliata a tondini, la cipolla, il sedano tritato e lo spicchio d’aglio fino a farli rosolare, dopodiché bisogna aggiungere le rane e far assorbire tutto il condimento. Fatto ciò aggiungete il brodo, i pelati a pezzi, sale e pepe e lasciate cuocere finché le rane non si disfano. Una volta ottenuta la zuppa bisogna frullarla e versarla nella pentola. A questo punto aggiungete le cosce e lasciatele cuocere per altri 15 minuti. Servite la zuppa con prezzemolo e pane abbrustolito.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita