LIPOMO - TAVERNERIO

Cambia Comune

Itinerari

 
Itinerari

TAVERNERIO - Luoghi di interesse naturale

La montagna del comune di Tavernerio rappresenta una porzione del territorio ricca di visuali sensibili o “punti panoramici ”, fra i più belli della Lombardia. Il paesaggio montano è tipicamente privo di vegetazione forestale, benché le vette più alte si trovino comunque a quote inferiori a quelle del limite degli alberi. Le colme e le dorsali sono state mantenute aperte dall’uomo, per ottenere prati da sfalcio e pascoli. Radi boschi di betulle e noccioli tendono oggi, in seguito all’abbandono dell’alpicoltura, ad avanzare verso i crinali più alti. Grandi faggi isolati distribuiti sui prati sono la testimonianza della vegetazione originaria oggi scomparsa a queste quote.
Itinerari

TAVERNERIO - Monte Boletto

La cima del M.te Boletto, posta a quota 1.237 m s.l.m., attraverso la quale è disegnata la linea di confine con il comune di Torno, è presente nel repertorio delle visuali sensibili del Piano Paesistico Regionale. Dalla Cima del Boletto è infatti possibile osservare la pianura briantea con i laghetti morenici, le montagne del Triangolo Lariano (cime del Bolettone, Palanzone e S. Primo), il paesaggio lariano e, all’orizzonte, le alpi Cozie e Marittime. Dalla cresta che attraversa la cima del Boletto è inoltre visibile uno dei principali elementi del paesaggio lombardo: il lago di Como.
 
Itinerari

TAVERNERIO - Sentiero delle Colme

Il sentiero delle Colme, che dalla località S. Maurizio di Brunate si sviluppa lungo la linea di cresta delle montagne del Triangolo Lariano, fa parte di un tracciato guida paesaggistico denominato “sentiero Italia”. Tale sentiero attraversa, seppur in piccola parte, il territorio di Tavernerio, passando davanti la Baita Boletto.
 
Itinerari

TAVERNERIO - Sentiero della Valle di Tavernerio

Collega l’abitato di Tavernerio con la zona montana. Si sviluppa dalla chiesa di S. Martino, quota 450 m s.l.m. sino ad arrivare alla cima del M.te Boletto. È un percorso di importanza naturalistica, in quanto attraversa li ambienti submontani e montani presenti nel territorio comunale, nonché di valenza storica, in quanto utilizzato in passato per il trasporto del fieno e della legna raccolti in quota.
 
Itinerari

TAVERNERIO - Sentiero della Valle Piattellina

Collega l’abitato di Solzago con la zona montana. Si sviluppa dalla Località Gilasca, quota 580 m s.l.m. sino ad intersecarsi con il sentiero risalente da Tavernerio, a quota 900 m s.l.m.
 
Itinerari

TAVERNERIO - Sentiero della Valle di Ponzate

Collega l’abitato di Ponzate con la zona montana. Si sviluppa dai pressi del Cimitero di Ponzate, quota 530 m s.l.m., sino al fondovalle, suddividendosi in numerosissime diramazioni secondarie. La comunità di Ponzate, come risulta dall’osservazione delle foto aeree del secolo scorso, era quella maggiormente dedita all’alpicoltura.
 
Itinerari

TAVERNERIO - Linea del Tram e Ponte dei Bottini

Il 9 giugno 2002 è stato inaugurato il nuovo ponte sulla vecchia tramvia che collegava Como e Lecco, che nel tratto comasco consentiva di unire la frazione comasca di Camnago Volta con il primo comune in direzione di Lecco (Tavernerio). Nel 1955 il ponte che consentiva il superamento del torrente che forma la cascata dei Bottini, posta sul confine tra i Comuni di Como e di Tavernerio, crollò, rendendo il percorso non più interamente percorribile. La vista che oggi si può nuovamente godere dal ponte è di notevole suggestione, essendo questo collocato su un profondo orrido scavato dalla cascata dei bottini. La riapertura della vecchia tramvia che collegava Como con Lecco via Tavernerio, ha riportato condizioni di fruibilità di alcune unità tipologiche a scala comunale tipiche del piano basale: il paesaggio agrario tradizionale modellato in balze e i boschi a carpino nero ed orniello. Il percorso della linea del tram, che unisce attraverso una realtà rurale e boschiva la città di Como con Tavernerio, offre grandi potenzialità di carattere ricreativo e didattico, in quanto lungo il sentiero si possono osservare elementi di pregio sia dal punto di vista naturalistico che da quello storico. Esso conduce al Ponte dei Bottini.
 
Itinerari

TAVERNERIO - Piazza Castello

La Chiesa di S. Martino, patrono di Tavernerio, si affaccia su Piazza Castello, una bellissima balconata rivolta verso la Brianza. Il toponimo deriva dall’antica presenza di una torre fortificata circondata da mura edificata nel 1194 ed utilizzata dai comaschi come punto di avvistamento e come luogo di partenza per compiere incursioni nelle terre milanesi. Il castello fu distrutto nel 1449, in seguito agli attacchi della signoria degli Sforza, che andavano contrapponendosi ai Visconti. In luogo del fortilizio medioevale oggi troviamo la chiesa, villa S. Maria e la piazza, dai quali si può godere di una visuale suggestiva verso Como, il Castello Baradello (altra torre d’avvistamento in comunicazione visiva col castello di Tavernerio) e la pianura briantea.
 
Itinerari

TAVERNERIO - Villa dei pini

Si tratta di un grande edificio circondato da un parco molto esteso, un tempo utilizzata come ospedale è oggi casa dei Padri Saveriani.
 
Itinerari

TAVERNERIO - Chiesetta di S. Fereolo

È una piccola chiesa costruita con licenza rilasciata dal Vescovo di Como nel 1467 su una piccola cappella di epoca precedente. L’edificio è in una posizione suggestiva in quanto poggia sopra arcate che scavalcano il torrente Tisone; si trova in un luogo raccolto e silenzioso, seppur a pochi metri dal centro di Tavernerio e da quello di Solzago. La chiesa tradizionalmente veniva utilizzata dalle popolazioni contadine della zona per celebrare le Rogazioni: riti della fertilità che si svolgevano in primavera per propiziare i raccolti. L’acqua della sorgente sotto la chiesetta era considerata avere proprietà curative per le malattie della pelle. Oggi il luogo di culto è meta di numerosi visitatori e pellegrini nel giorno di S. Fereolo, che cade la prima domenica dopo Pentecoste.
Itinerari

TAVERNERIO - Chiesa di S. Martino - Tavernerio

La chiesa di San Martino, patrono del paese, domina dall'alto l'abitato di Tavernerio. viene citata in fonti risalenti al XIV secolo. Altri scritti, del 1592, la descrivono in stato di abbandono, che fu superato nei secoli grazie a numerosi restauri. Si affaccia su Piazza Castello, che ne fa da sagrato.
 
Itinerari

TAVERNERIO - Chiesa di S. Giovanni - Solzago

Luogo di culto di Solzago, dedicato a San Giovanni Battista. Edificata nel XIX secolo. Si trova in posizione dominante rispetto all’abitato.
Itinerari

TAVERNERIO - Chiesa di S. Brigida - Ponzate

Luogo di culto di Ponzate, dedicata a Santa Brigida. Edificata nel XIX secolo. Si trova in posizione dominante rispetto all’abitato, sul quale si affaccia attraverso una grande terrazza che fa da sagrato.
 
Itinerari

TAVERNERIO - Oratorio di S. Fermo

Posto al confine con Cassano, fu costruito grazie a un lascito del 1835, pari a 3000 lire, di Teresa Moiana di Sirtolo. Fu edificato nel XIX secolo.
 
Itinerari

TAVERNERIO - Oratorio di S. Anna - Urago

La chiesetta di S. Anna è il luogo di culto di Urago, ospitata all'interno della missione dei frati Saveriani. Fu eretta nel 1852 grazie alle donazioni del testamento della nobildonna Marianna Raimondi Monticelli.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita