ISOLA D'ELBA

Cambia Comune

Storia

Storia

Dati generali

Provincia: Livorno; Superficie: 223 kmq; Altitudine: max mt 1.018 slm sul Monte Capanne; L'isola è divisa in otto Comuni, tutti afferenti alla Provincia di Livorno per un totale di circa 33.000 abitanti, che aumentano notevolmente durante l'estate. Comuni: Portoferraio, Capoliveri, Campo nell'Elba, Porto Azzurro, Marciana, Marciana Marina, Rio Marina, Rio nell'Elba; Popolazione (dato Istat Dicembre 2015): Portoferraio: 11.992 abitanti; Campo nell'Elba: 4.805 abitanti; Capoliveri: 4.033 abitanti; Marciana: 2.186 abitanti; Marciana Marina: 1.977 abitanti; Porto Azzurro: 3.751 abitanti; Rio Marina: 2.198 abitanti; Rio nell'Elba: 1.148 abitanti.
Storia

Cenni storici

L’Isola d’Elba fu abitata già in epoca antica, come testimoniano i numerosi reperti conservati presso il Museo Archeologico di Marciana, alcuni risalenti al Paleolitico. Storia e leggenda alle volte si intrecciano: l’attuale Capo Bianco era Porto Argon, dove Giasone fece tappa durante la ricerca del Vello d’Oro, come riporta la mitologia. Virgilio cita l’Isola nell’Eneide, raccontando che trecento volontari partirono per andare in aiuto ad Enea durante la guerra con i Rutili. Ancora, Aristotele ricorda come i naviganti greci chiamassero l’Isola Aethalia, ossia scintilla, in onore dei forni di fusione del ferro attivi giorno e notte. Lo sfruttamento delle riserve di ferro dell’Isola iniziò in maniera massiva con gli Etruschi nel VII secolo a.C., che lo esportavano in tutto il bacino del Mediterraneo. Fu poi la volta dei Romani, che non solo ereditarono dagli Etruschi l’industria siderurgica, ma iniziarono a sfruttare anche i giacimenti di granito e scoprirono i benefici dei fanghi curativi delle Terme di San Giovanni, per non parlare del terreno ottimo per la coltivazione di vigneti. Ancora oggi l’industria vinicola è fiorente sull’Isola ed il fiore all’occhiello è l’aleatico, un vino liquoroso ottimo per accompagnare i dolci. Del periodo di dominazione Pisana, nel Medioevo, restano molte testimonianze: la Fortezza Marciana, il maniero Volterraio, le chiese romaniche, la Torre di San Giovanni in Campo. Anche i pisani sfruttarono le risorse di ferro e granito e il pregio dei materiali estratti era ormai famoso, insieme a quelle degli artigiani dell’Isola: la maggior parte delle colonne di Piazza dei Miracoli sono state modellate dagli abili scalpellini dell’Elba. Nel XVI secolo furono i Medici ad avere il potere sull’Isola: costruirono Portoferraio, perla perfetta di urbanistica militare, e dopo i fiorentini vennero gli Spagnoli, ai quali si deve la costruzione di Forte San Giacomo. Nel XVIII secolo l’Elba fu contesa tra Austriaci, Tedeschi, Inglesi e Francesi, ed alla fine furono questi ultimi a spuntarla: Napoleone governò per dieci mesi sull’isola e la cambiò profondamente, organizzando ed incrementando l’industria mineraria, costruendo strade, dando impulso all’esportazione dei vini.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita