FORTE DEI MARMI

Cambia Comune

Itinerari

Itinerari

Itinerari a piedi: Pontil - Vittoria Apuana

Con una piacevole passeggiata si percorre il Pontile per godere della spettacolare vista sul mare e, alle proprie spalle, sulle cime delle Alpi Apuane. Sulla piazza antistante il pontile si possono ammirare le opere in bronzo dell'artista Anna Chromy, dedicate al nocchiero “Controvento” che naviga verso l'ignoto e le varie costellazioni. Attraversato il Viale Italico, si può osservare in Piazza Falcone e Borsellino la “Mancina”, la vecchia gru utilizzata per caricare sui navicelli i blocchi di marmo da spedire via mare. Questo importante strumento era originariamente posto sul vecchio Pontile in legno, distrutto durante la seconda guerra mondiale per timore di uno sbarco alleato. Nella stessa piazza sono collocati altri importanti monumenti, quali la lapide in memoria delle vittime delle stragi di Capaci e di Via D'Amelio e il tradizionale pattino donato al Comune da Mario Razzanelli, opera del maestro d'ascia Virgilio Aliboni. Nelle immediate vicinanze dell’Ufficio Locale Marittimo si trova la Piazza Emilio Barberi intitolata al concittadino Capitano di Fregata e Medaglia d’Oro al Valor Militare. Proseguendo verso il centro e svoltando a sinistra in Via Matteotti, in direzione del palazzo comunale, è possibile notare sulla sinistra la pineta sede di importanti eventi della rassegna “Estate al Forte”, organizzata dall'Amministrazione Comunale. Giunti alla sede del municipio, in Piazza Dante, denominata anche “Parco della Rimembranza”, da segnalare il bellissimo giardino all’italiana e il monumento ai caduti di tutte le guerre, realizzato da Mario Figliè. Proseguendo lungo Via Mazzini verso Vittoria Apuana, al civico 200, è possibile ammirare la storica Villa Bertelli e il suo bellissimo parco, oggi proprietà dell'Amministrazione Comunale e sede di mostre, eventi e concerti. Svoltando sul viale a mare, è possibile ammirare l'oasi naturalistica per la tutela delle dune costiere gestita dal WWF; in questa area i turisti si lasciano incantare dall'antico paesaggio versiliese precedente lo sviluppo turistico-balneare, caratterizzato da dune e dalla Yucca gloriosa o tronchetto della felicità, originaria dai deserti del Centro America.
Itinerari

Itinerari a piedi: Centro - Il Fortino

Dal centro di Forte dei Marmi, ci si dirige a sud verso la zona di Roma Imperiale, celebre per le ville di considerevole pregio artistico e architettonico che hanno ospitato le più grandi personalità dell'arte e della cultura nazionale e internazionale. Tra di esse, da ricordare quella in cui in Viale Morin al numero 119 soggiornò per molti anni il pittore svizzero-tedesco Arnold Böcklin. Percorrendo la Via XX Settembre lungo la pista ciclabile si può vedere, nella piazza a lui dedicata, l'“Omaggio a Eugenio Montale”, una scultura-panchina in marmo creata da Rosalba Gilardi. Raggiunto il viale a mare e superato il locale storico della movida fortemarmina, “La Capannina” di Franceschi, centro di divertimento dai primi anni del Novecento, si può tornare verso il centro di Forte dei Marmi e, sulla destra, si consiglia di porre attenzione alle due opere di Arturo Dazzi, i “Marinai con fucile”, realizzati in marmo bianco. Si prosegue quindi verso Piazza Marconi, luogo di svolgimento del famoso mercato del mercoledì mattina (e della domenica mattina nei mesi estivi). A pochi passi, si può trovare Piazza Tonini, in cui è possibile riposare sulle splendide panchine in ceramica. Nella vicina Piazza Polacci è collocata la statua “Giovane con clava e cane lupo” di Arturo Dazzi. Proseguendo in Via Stagi è possibile, sulla facciata dell’edificio sede dell'Istituto Canossa, vedere la targa che ricorda che qui soggiornò Alessandro Manzoni nel 1855, ospite dalle figlie Matilde e Vittoria. Poco distante è sita la Chiesa di Sant'Ermete, che organizza importanti eventi musicali in collaborazione con l'Amministrazione Comunale. Il nostro itinerario termina nel cuore del centro storico di Forte dei Marmi, in Piazza Garibaldi. Da segnalare il pozzo, la fontana, il pavimento dell'antico forno e il Fortino, fortezza voluta dal Granduca Pietro Leopoldo. Nel piazzale antistante il Fortino è collocata, infine, la “Statua della vittoria” di Arturo Dazzi e l’opera in marmo bianco “La figlia del sole” di Giò Pomodoro.
Itinerari

Itinerari a piedi: Percorso d’arte – I luoghi dipinti da Carlo Carrà

Con il suo mare limpido all’orizzonte, le pinete spaziose e i giochi di luce sullo specchio d’acqua e tra le fronde degli alberi, Forte dei Marmi è l’ambiente ideale per sollecitare la fantasia di artisti e pittori. Nel 1926 Carlo Carrà giunse per la prima volta a Forte dei Marmi e ne restò subito incantato. Molti furono gli angoli da lui immortalati, come il Pontile, la Chiesa di Sant’Ermete Martire e i ponti lungo il corso di Fiumetto. Il percorso prevede la partenza dal Pontile, dipinto nel 1930 in “Ponte caricatore”. Dalle montagne sullo sfondo veniva estratto il marmo che, trasportato su carri trainati da buoi, veniva caricato sul Pontile e poi sulle imbarcazioni. Si attraversa il viale a mare e si prosegue verso le montagne per fermarsi nella celebre Piazza Garibaldi per rivivere la magica atmosfera del Quarto Platano, oggi Caffè Roma, ai tempi di Carrà salotto letterario e punto di incontro di artisti e intellettuali del Novecento. Lasciando alle spalle il mare, si procede verso la Chiesa di Sant’Ermete, fuori dal tempo e sommersa da luce bianca nel dipinto “Chiesa di Forte dei Marmi” del 1928. Percorrendo Via Mascagni verso Marina di Pietrasanta e, giunti all’incrocio con Via XX Settembre, si svolta in Via Corsica, quindi in Via Luigi Raffaelli e, all’altezza del corso di Fiumetto, si può ammirare il ponte, immortalato anche in “Fiumetto a Forte” del 1941. Tornati in Via Corsica, si gira di volta in volta in Via Fiume, Via Dalmazia, Via Cristoforo Colombo e Via Leonardo da Vinci, che hanno ispirato rispettivamente “L’albero pendente” del 1952, “Fiumetto” del 1957, “Fiumetto” del 1951, “Fiumetto Grande” del 1952. Dopo aver ammirato il ponte posto sulla via, si percorre Via Leonardo Da Vinci verso il viale a mare e si svolta in Viale Morin. Procedendo verso Marina di Pietrasanta e dirigendosi in Via Nizza si può infine vedere il ponticello immortalato da Carrà in “Fiumetto” del 1948.
Itinerari

Dati statistici

Provincia: Lucca Superficie: 9 kmq Altitudine: mt 2 slm Prefisso telefonico: 0584 C.A.P.: 55042 Popolazione: 7.510 abitanti (aggiornato a Dicembre 2015) Confini: Montignoso (MS), Pietrasanta, Seravezza Frazioni: Caranna, Vittoria Apuana, Vaiana, Roma Imperiale
Itinerari

Museo della satira e della caricatura

Il Museo del Forte per la Satira e la Caricatura - che ha sede nel Forte di Leopoldo I - ha raccolto l'eredità culturalmente viva e propositiva del Premio "Satira Politica", creato nel 1973, ed è diventato il centro della conservazione, raccolta e studio di tutti i materiali concernenti la storia della satira e della caricatura mondiale. Il patrimonio museale è costituito da disegni originali, contemporanei e del passato, da una biblioteca con oltre 1000 volumi specialistici, da una videoteca e da un archivio multimediale. Nel Museo sono visitabili mostre temporanee che si susseguono secondo un calendario annuale. Questo calendario e l'archivio dei disegni sono visibili sempre aggiornati sul sito Internet del Museo della Satira. Il Museo della Satira è una infrastruttura in divenire, che ha abbandonato i confini della mera conservatoria, per approdare ai più dinamici effetti di una proposta continua e diversificata nel settore, avvalendosi, di volta in volta, delle tecnologie più moderne. Il patrimonio museale è stato costruito negli anni grazie a varie donazioni di fondi e collezioni private, ad acquisizioni di disegni originali contemporanei o del passato, ad una biblioteca specializzata nonché alle collaborazioni con le più prestigiose testate satiriche del mondo e con associazioni di cartoonists e musei stranieri. Negli anni ha esportato mostre in molte città italiane ed europee. (Testo tratto dal sito internet del Museo della Satira e della Caricatura www.museosatira.it)

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita