FOLIGNO

Cambia Comune

Storia

 
Storia

Cenni storici

Le popolazioni umbre furono le prime ad abitare il territorio di Foligno. I romani si insediarono più tardi, in concomitanza della realizzazione della via Flaminia. In particolare si fa risalire la colonizzazione romana della zona intorno al 295 a.C., quando l’antica città umbra prese il nome di Fulginiae. Con la caduta dell’impero romano, anche Foligno subì le incursioni dei barbari, subendo saccheggi e distruzioni. In epoca medioevale Foligno venne annessa al Ducato di Spoleto, rimanendovi fin verso la fine del XII secolo, quando fu annessa allo Stato Pontificio, da papa Innocenzo III. Nel 1255 iniziò il periodo comunale e fu assoggettata prima all'Impero e poi ai Trinci fino al 1439. Coinvolta nelle lotte intestine tra guelfi e ghibellini che segnarono questi secoli, Foligno si dimostrò di parte ghibellina, dovendo così subire numerosi attacchi da parte della guelfa Perugia. Nel 1439, in seguito ad un grave fatto di sangue di cui si era macchiato Corrado III Trinci, papa Eugenio IV fece assediare Foligno dalle truppe del cardinale Vitelleschi. Trinci venne giustiziato e la città venne annessa allo Stato della Chiesa, rimanendovi fino alla fine del Settecento, quando si imposero le truppe francesi di Napoleone. La storia locale si unì poi alle sorti nazionali. Foligno partecipò attivamente al movimento risorgimentale e dopo, nell’ultimo conflitto mondiale, si distinse nella lotta di liberazione.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita