CITTA' DI CASTELLO

Cambia Comune

Gastronomia

Gastronomia

Chiacchiere

Per 6-8 persone: 500 gr di farina tipo "00" - 60 gr di zucchero semolato - 3 uova - 1 bustina di lievito - la scorza grattugiata di un limone - 50 gr di burro - 1 bicchiere scarso di Vinsanto o Passito - 1 pizzico di sale - zucchero a velo vanigliato q.b. Per friggere: olio d'oliva q.b. Preparazione: Setacciate la farina sulla spianatoia, mescolatela allo zucchero e al sale, fate quindi la fontana e, al centro, versate il burro ammorbidito, le uova, il vino, il lievito sciolto in poca acqua e la scorza di limone. Lavorate l'impasto sulla spianatoia energicamente e a lungo, affinché risulti liscio e setoso. Fatene poi una palla e lasciatela riposare per circa mezz'ora, coperta da un tovagliolo. Trascorsa la mezz'ora, tirate la pasta con il mattarello in una sfoglia sottile dello spessore di circa 3 mm. Con la rotellina dentellata tagliate la sfoglia in tanti rettangoli di circa 12x8 cm. Sempre con la rotella praticate su ciascun rettangolo per il lungo tre tagli paralleli, lasciando però intero tutto il bordo del rettangolo di pasta. Tuffate la chiacchiere, poche per volta, in abbondante olio ben caldo e, quando saranno dorate, sgocciolatele con un mestolo forato e fatele asciugare su carta assorbente. Disponete le chiacchiere su un piatto da portata ricoperto da un tovagliolo e spolverizzatele con abbondante zucchero a velo vanigliato. Si possono gustare sia calde che fredde.
Gastronomia

Crostello

Per 6-8 persone: 100 gr. di lardo macinato, 750 gr. di pasta di pane con lievito naturale, 120 gr. di strutto, 100 gr. di zucchero in polvere, 4 tuorli d'uovo, 1 pizzico di sale, la buccia di un limone, 1 pizzico di zafferano, 1 pizzico pepe. Preparazione: Fare soffriggere il lardo macinato in una padella e lasciarlo raffreddare. Disporre sulla spianatoia la pasta di pane, lo strutto, lo zucchero, le uova, il sale, il lardo, lo zafferano, il pepe e la buccia grattugiata del limone. Unire accuratamente tutti gli ingredienti con le mani e sbattere energicamente. Quando la pasta si staccherà in un solo pezzo dalla tavola e dalle mani, metterla in una teglia di 30 cm. di diametro, unta di strutto, coprirla e lasciarla in un luogo tiepido per 10 ore. Infornare in un forno ben caldo, meglio se a legna.
Gastronomia

Penne primaverili

Per 4 persone: 350 gr. di penne rigate - 1 mazzo di asparagi - 200 gr. di piselli freschi già sgranati - 1 bustina di zafferano - 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva - 2 porri non troppo grossi - la scorza di 1/2 limone grattugiata - 200 gr. di ricotta - 4 cucchiai di grana grattugiato - brodo di verdure q.b. - sale - pepe in grani. Preparazione: Pulite i porri, tritate finemente solo la parte bianca e fateli cuocere per 10 minuti, a fuoco dolce e coperti, con 5 cucchiai circa di brodo, in cui avrete fatto sciogliere lo zafferano. Unite altro brodo se durante la cottura tendessero ad asciugarsi troppo. Pulite gli asparagi, tagliando le punte in diagonale. Lavate queste ultime, mettetele nel cestello e cuocetele a vapore per 7-8 minuti. Taglate a fettine i gambi teneri e lessateli con i piselli, per una decina di minuti in poca acqua salata in ebollizione, poi scolateli. Aggiungeteli ai porri con la scorza di limone, sale e pepe e lasciate insaporire per 2-3 minuti. Lavorate la ricotta, aggiungendo alcune cucchiaiate di acqua di cottura della pasta, per ottenere una crema. Versatela nel tegame con le verdure, mescolate e condite con olio. Lessate le penne al dente, versatele nel condimento, fatele insaporire e servite.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita