CIAMPINO

Cambia Comune

Itinerari

Itinerari

Dati generali

Denominazione: Città di Ciampino; Regione: Lazio; Provincia: Roma; Coordinate: 41°48'0"N - 12°36'0"E; Comuni Confinanti: Roma, Marino, Frascati e Grottaferrata; Altitudine: 124 metri sul livello del mare; Superficie: 11Kmq; Abitanti al 31-12-2015: 38.412 (18257 maschi e 20155 femmine); Densità per Kmq: 3.460; Cap: 00043; Codice Istat: 058118; Codice Catastale: m272; Codice Univoco ufficio: K4RNVI.
Itinerari

Biblioteca Comunale Pier Paolo Pasolini

Viene inaugurata il 23 maggio 1997 e nasce per offrire un servizio informativo e culturale di base ai cittadini. Ubicata in centro città, contiene raccolte specializzate sul Volo e su Pier Paolo Pasolini, il grande scrittore che insegnò materie letterarie nella scuola privata “Francesco Petrarca “di Ciampino dal dicembre del 1951 alla fine del 1954.
Itinerari

Galleria Comunale d’Arte Contemporanea d'AC

La galleria si colloca nel complesso municipale dell'ex Cantina Sociale, al centro della città. La d'AC, oltre a svolgere l'attività di esposizione e divulgazione del lavoro di artisti contemporanei, offre diverse attività collaterali.
Itinerari

Villa di Quinto Voconio Pollione

Sono in tutto 69 i rinvenuti reperti archeologici in travertino, marmo, peperino e ceramica da collocare nel periodo storico compreso tra il II° sec. a.C. e II° d.C. E' presumibile si trattasse di un'area a vocazione sacra e funeraria, estensione della antica villa di Quinto Voconio Pollione, in località Marcandreola, una imponente dimora patrizia edificata nella prima metà del II sec. a.C., edificata su terrazzamenti e costruita in due parti, di cui una urbana ed una rustica, che si erigeva in posizione dominante rispetto alla via Castrimoeniense, circondata da diversi ed imponenti giardini impreziositi dalla presenza di un portico con colonne doriche in peperino. La vita della villa ricoprì probabilmente un arco di tempo molto lungo, che va dalla fine dell’età repubblicana, prima età imperiale, fino alla metà del V secolo d.C. Durante gli scavi del 1884, fu spogliata delle sue statue più belle andate ad arricchire il mercato internazionale ed il Landes Museum di Karlsruhe. La più famosa statua, rinvenuta nel corso degli scavi è quella dell’Apollo Pizio, attualmente ubicata presso Palazzo Valentini, sede della Provincia di Roma. reperto12Di particolare interesse archeologico, tra gli elementi rinvenuti ieri, sono da considerarsi alcuni frammenti di capitello in peperino, alcune basi e frammenti di colonne tuscaniche, tre frammenti di pulvino di altare, alcuni frammenti di cornice in peperino con kyma ionico, kyma lesbio e decorazione ad ovoli, un frammento di fusto di colonna in peperino decorata ed un grande frammento elemento in peperino, di oltre un metro. Proprio i frammenti di peperino fanno ricondurre il rinvenimento di ieri al recente ritrovamento della villa romana attribuita a Marco Valerio Messalla Corvino, definito dagli archeologici come eccezionale, dove erano presenti elementi della stessa tipologia. Tutti i reperti rinvenuti sono stati rimossi dall’abitazione ove erano collocati e sono stati trasferiti presso un magazzino della Soprintendenza per i beni culturali del Lazio al fine di proseguire l’attività di esame.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita