CEFALU'

Cambia Comune

Gastronomia

 
Gastronomia

PASTA A TAIANU

Ingredienti: 500 g penne lisce o "ziti", 1 lt passata di pomodoro, 400 g iudisco (taglio di carne bovina), 2 melanzane viola tonde, 100 g pecorino grattugiato, olio extravergine d'oliva, 1/2 bicchiere di vino bianco, basilico fresco, sale q.b. Procedimento: Si prepara per tradizione nel periodo della festa del SS. Salvatore. Anticamente questo piatto veniva fatto cuocere nel “taianu”, ovvero nel tegame di coccio. Preparate la carne mettendola a scaldare intera in un tegame a sponde alte con un pò di olio. Fatela rosolare su tutti i lati, quindi versate il vino bianco e fatelo sfumare. Versate poi la passata di pomodoro, un pò di acqua e salate. Aggiungete metà del basilico. Coprite la pentola e lasciate cuocere a fiamma bassa per almeno un'ora. Nel frattempo sbucciate le melanzane e tagliatele a fette piuttosto alte. Friggetele in olio d’oliva e mettetele a scolare e raffreddare in un piatto, dopodichè tagliatele in pezzi. Una volta pronto il sugo e la carne, mettete a cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Tagliate la carne a pezzi grossi e poi ricavatene degli sfilacci. Scolate la pasta al dente. In un tegame alto preparate degli strati cominciando dal sugo di carne con un pò di olio, quindi pasta, ancora sugo, carne, melanzane e formaggio. Mettete il tutto a cuocere sul fuoco a fiamma bassa, a tegame coperto per qualche minuto, quindi scoperchiate e girate tutto sempre sul fuoco acceso, finchè non sarà ben amalgamato. Mettete nei piatti e guarnite col basilico rimanente.
 
Gastronomia

LA FRITTEDDA

Ingredienti: 1 kg di fave con le bucce, 1 kg di piselli con le bucce , 6 carciofi e un limone spremuto, 1 cipolla, 1/2 bicchiere di aceto, 1/2 cucchiaio di zucchero, olio extravergine d’oliva, sale e pepe Procedimento: Mondare i carciofi privandoli delle punte e delle foglie esterne più dure, quindi tagliarlia a spicchim eliminare il fieno ed immergerli in acqua acidulata con limone. Sgusciate i piselli e le fave, tritate finemente la cipolla e mettetela a soffriggere in un tegame con un pò di acqua ed olio. Aggiungete i carciofi, quindi coprite il tutto con un pò d’acqua, aggiustate di sale e pepe, e lasciate cuocere a fuoco moderato e recipiente coperto. A cottura ultimata, diluite lo zucchero nell’aceto ed unitelo alla frittella, fare sfumare per qualche minuto. Servite la frittedda fredda.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita