CECCANO

Cambia Comune

Storia

Storia

Cenni storici

Dapprima antico insediamento dei Volscii e poi municipium romano (Fabrateria Vetus). Intorno al VII secolo la popolazione si sposta dall’antico sito verso l’oppidum Ceccani, sul colle antistante e prende probabilmente il nome da Petronio Ceccano, consolare della Campagna. Distrutto dalle invasioni saracene nell’VIII secolo, la città comincia ad espandersi dagli inizi del XII secolo grazie alla potente famiglia dei de’ Ceccano. Sorgono così il Castello dei Conti, la chiesa di Santa Maria a Fiume, la Chiesa di San Nicola e la Collegiata di San Giovanni Battista, dedicata al patrono. Intorno alla metà del 1400, a causa del declino di de’ Ceccano, la città passa sotto il dominio diretto della Santa Sede e poi, dal 1523 al 1816, ai Colonna. Lo sviluppo moderno di Ceccano avviene, però, nella seconda metà dell’800, grazie all’imprenditore e uomo politico Filippo Berardi. Vengono infatti costruiti la ferrovia e un potente acquedotto, sorgono numerose fabbriche e un nuovo quartiere operaio. La città si caratterizza così sempre più come teatro delle prime lotte per la difesa dei diritti dei contadini che portarono, negli anni Venti, all’elezione dei rappresentati delle liste della Lega dei contadini. Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale l’industrializzazione della città ha un’impennata in positivo, diventando un punto di riferimento in tutta la provincia..

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita