CASTELFRANCO VENETO

Cambia Comune

Gastronomia

Gastronomia

Il radicchio variegato di Castelfranco i.G.P.

Prodotto principe della gastronomia locale è il Radicchio Variegato di Castelfranco I.G.P. La sua produzione affonda le radici alla fine del XIX secolo, ottenuto dall’incrocio tra il Radicchio di Treviso e la scarola. Per la particolarità del suo aspetto, il Radicchio Variegato di Castelfranco è altresì conosciuto come la “rosa che si mangia”. Esso può essere assaporato sia crudo in insalata che utilizzato per la preparazione di piatti che vanno dagli antipasti ai dessert.
Gastronomia

La fregolotta

Ingredienti:  500 gr. di farina, 150 gr. di zucchero, due cucchiai di panna fresca, una piccola noce di burro, 15 gr. di sale. Procedimento: Per preparare la torta “Fregolotta” setacciate la farina con il sale e mescolatela con lo zucchero. Occorre poi bagnarsi le dita di una mano nella panna, appoggiatele nella farina e sfregate tra loro le mani in modo da far cadere in una teglia bassa e larga precedentemente unta con il burro le cosiddette “fregole”. Procedete fino ad esaurimento della farina. Spianate le “fregole” nella teglia e infornate a 150° e lasciate cuocere fino a quando la superficie del dolce risulterà dorata. Lasciate raffreddare la Fregolotta prima di servirla.
Gastronomia

Pinza della Marca trevigiana

Ingredienti:  600 gr. di farina tipo “00”; 1,6 lt. di latte bollente; 400 gr. di farina di polenta gialla; 150 gr. di zucchero; 100 gr. di burro; 200 gr. di uva sultanina bagnata con rhum o marsala; 250 gr. di gherigli di noce; 100 gr. di fichi secchi morbidi; 100 gr. di pinoli; 2 mele; 1 bustina di lievito; scorza di limone grattugiata; semi di finocchio. Procedimento: Amalgamare bene i due tipi di farina insieme al lievito e allo zucchero. A parte far sciogliere il burro nel latte bollente e versarlo molto lentamente sull’impasto precedentemente ottenuto, avendo cura che non si formino grumi. Unire, quindi, i pinoli, le noci, l’uva sultanina, i semi di finocchio, lascorza di limone grattugiata e i fichi, dopo averli tagliati a piccoli pezzi. Mescolare tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo e lasciarlo, quindi, riposare per circa un’ora. Trascorso il tempo necessario, sistemare l’impasto in una pirofila da forno imburrata, ricoprendolo con le mele, sbucciate e affettate sottilmente. Cospargere il tutto con un po’ di zucchero e infornare a 180° per circa un ora e mezza. A cottura ultimata, far raffreddare la pinza e servire.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita