CASSANO D'ADDA

Cambia Comune

Storia

 
Storia

La Storia

La prima fonte scritta a menzionare Cassano risale all’877, anche se è presumibile un’origine molto più antica del luogo, da ascrivere probabilmente al periodo romano (Cassianus inteso come il feudo di Cassio). A testimonianza della presenza di un insediamento romano in queste terre sarebbero anche alcune tombe trovate presso la cascina Porra e Porretta, risalenti al IV secolo d.C. Altre ipotesi ricondurrebbero il toponimo Cassano alla Cassiciacum dove S. Agostino iniziò la sua conversione spirituale. Comunque sia la storia documentata di Cassano ha inizio nell’Alto Medioevo. Tra il IX e il X secolo, infatti, si ha notizia dell’esistenza del Castello di Cassano e della Chiesa di San Nazaro. Tra il XII e il XIV secolo il luogo è tristemente noto per le sanguinose battaglie di cui è teatro, a cominciare da quella in cui Federico Barbarossa affrontò i ribelli comuni lombardi nel 1158. Circa un secolo più tardi Ezzelino III da Romano venne ferito ai piedi del castello. Fino alla metà del XIV secolo il borgo risulta tra i possedimenti dell’Arcivescovo di Milano, passando poi in proprietà al duca di Milano intorno al 1323. Nel Quattrocento Cassano si impose quale luogo di particolare importanza strategica data dal castello e dal porto. Alla metà dello stesso secolo la rocca venne fatta ristrutturare da Bartolomeo Gadio, uno dei massimi architetti militari dell’epoca. L’intervento fu di tale portata che meritò la visita del duca di Urbino e la villeggiatura dell’arcivescovo Gabriele Sforza, fratello del Duca. Nel 1457 si segnala la nascita del naviglio della Martesana. Nel secolo successivo si assiste al declino del borgo fortificato quale roccaforte militare. Il castello diventa così sede del marchesato dei D’Adda, Castelli, Bonelli. Nel 1524 viene fondato l’Oratorio di San Rocco in seguito all’epidemia di peste. Nel XVII secolo, perduto completamente il ruolo militare, Cassano divenne meta di villeggiatura di numerose famiglie nobili milanesi che qui costruirono le loro residenze estive. Il borgo cominciò così ad espandersi anche oltre le antiche mura difensive. Il Settecento fu un secolo di ritorno alle armi per Cassano: nel 1705 il paese fu teatro di una battaglia senza gloria nell’ambito della guerra di successione spagnola e nel 1799 vi si scontrarono le truppe francesi, poi sconfitte, e quelle dell’alleanza austro-russa. Il XIX secolo registrò numerosi cambiamenti. Dal punto di vista politico e amministrativo, infatti, il territorio passò agli austriaci. Cambiò anche la vocazione contadina del luogo, che andò lentamente volgendo ad una cultura operaia. In questo periodo nacque il Linificio, mentre la ferrovia e la stazione sostituirono pian piano l’importanza della navigazione del Naviglio.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita