CASCINA

Cambia Comune

servizi funebri

Torna alla lista

Affidamento delle ceneri

 

Le ceneri derivanti dalla cremazione, racchiuse in apposita urna cineraria di idoneo materiale, debitamente sigillata e con l’indicazione delle generalità del defunto, possono essere affidate ai familiari quando vi sia:
- espressa volontà del defunto;
- volontà dell’eventuale coniuge o, in mancanza, del parente più prossimo individuato secondo gli artt. 74 e segg. del Codice civile.
Nel caso di più parenti dello stesso grado occorre la maggioranza assoluta di essi e in caso di disaccordo l’urna viene temporaneamente tumulata nel cimitero. è possibile l’affidamento anche di ceneri derivanti da cremazioni già avvenute e precedentemente tumulate.

Come fare: Il familiare affidatario presenta all’Ufficiale dello Stato civile del Comune di decesso o di quello dove sono conservate le ceneri, l’apposito modulo per l’affidamento ceneri, nel quale deve dichiarare:
- che conserverà diligentemente le ceneri presso la propria abitazione, cioè nel luogo di residenza legale;
- di essere consapevole che la dispersione non autorizzata delle ceneri o effettuata contro la volontà del defunto o l’abbandono dell’urna costituiscono reato;
- che conserverà l’urna in luogo sicuro e al riparo da possibili profanazioni o rotture;
- di essere informato dell’obbligo di tumulare le ceneri al cimitero o conferirle al cinerario comune nel caso non intendesse più conservarle presso la propria abitazione.
Questa dichiarazione va presentata in triplice copia al Comune di decesso o a quello ove sono tumulate le ceneri,unitamente alla documentazione, in originale o copia autenticata, dalla quale risulti che la volontà di affidamento delle ceneri è stata espressa dai soggetti legittimati. In calce, previa indicazione del luogo di provenienza delle ceneri, l’Ufficiale dello Stato civile ne autorizza il trasporto presso l’abitazione del familiare affidatario.

 

CONDIVIDI    

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita