CASARSA DELLA DELIZIA

Cambia Comune

Storia

Storia

La Storia del Comune

I primi insediamenti abitativi nell’attuale territorio comunale risalgono probabilmente all’epoca romana. Numerosi reperti archeologici (vasellame, monete, ecc.), venuti alla luce in periodi diversi, testimoniano la presenza dei latini nella nostra zona. Da Casarsa passava infatti l’antica via Postumia (148 a. C. circa), la quale univa importanti centri come Vicenza, Oderzo e Aquileia. Lo sviluppo della città avvenne in virtù della sua posizione, che rendeva inoltre possibile il guado del Tagliamento da parte dei numerosi viandanti che attraversavano la zona. Lo stesso toponimo deriva dal latino "casam arsam", cioè “casa bruciata” o “capanna bruciata”. Il centro si sviluppò ulteriormente durante la dominazione longobarda (568 d.C.). Le prime fonti storiche della presenza di Casarsa risalgono però al 1183, anno in cui Papa Lucio III pubblicò una bolla papale in cui si nominava la città come dipendenza dell’Abbazia di Sesto al Reghena, e nella quale si nominava anche l’autonomo paese di San Giovanni. Casarsa e San Giovanni furono infatti uniti in un unico Comune (Casarsa) solamente nel 1847. Nel 1866 il Comune venne annesso al Regno d’Italia. L’appellativo “della Delizia” venne aggiunto nel 1867 con un Regio Decreto, decreto grazie al quale venne adottato il nuovo stemma comunale, il quale sancì la definitiva unione tra le due comunità. In tempi recenti, ricordiamo che a Casarsa della Delizia visse per lungo tempo Pier Paolo Pasolini, intellettuale a tutto tondo che può essere a ragione collocato tra i grandi del Novecento.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita