BASTIA UMBRA

Cambia Comune

Itinerari

 
Itinerari

Chiesa collegiata di Santa Croce

Trecentesco edificio situato in piazza Mazzini, venne edificato insieme ad un convento. Si presenta con una facciata rivestita in pietra bicroma proveniente dal Monte Subasio, con tetto a capanna, rosone centrale e portale don una lunetta che raffigura Sant'Elena fra San Sebastiano e San Michele Arcangelo, dipinta da Domenico Bruschi, al quale si deve anche la decorazione dell'unica navata, delle cappelle laterali, del presbiterio e dell'abside. All'interno sono conservate pregevoli opere tra le quali il Polittico di Sant'Angelo, del 1499, una Madonna con Gesù Bambino e angeli, di scuola umbra-toscana, una Madonna con Gesù Bambino e San Luca evangelista ad opera di Tiberio d'Assisi e un dipinto di Cesare Sermei raffigurante i Miracoli di Sant'Antonio Abate. Sulla destra della chiesa si innalza il campanile, eretto tra il 1835 e il 1839, su progetto dell'Architetto Antonelli. A causa del sisma del 1997, la chiesa ha subito un lungo restauro, riaprendo ufficialmente al culto, solo nel 2012.
 
Itinerari

Chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo

Risalente al XIII secolo, vi si conservano conservano il portale centrale in bronzo (1962) di Umbro Travaglini, due statue lignee della Madonna, di San Michele Arcangelo e il Presepe (1962) di Flavio Pancheri. Le pale degli altari laterali raffiguranti il Sacro Cuore e la Madonna del Rosario (1962) sono opera di Edgardo Abbozzo. Inoltre, nel battistero sono collocate: la Madonna addolorata (fine XIX secolo) di Vincenzo Rosignoli e Gesù Cristo crocifisso (inizio XVI secolo).
 
Itinerari

Chiesa di San Rocco

Edificata nei primi decenni del XVI secolo, la chiesa è situata all'angolo tra via Roma e via Veneto. Al suo interno è custodito, tra altre importanti opere, il gonfalone di S. Antonio Abate.
 
Itinerari

Chiesa di San Paolo delle Abbadesse

Eretta tra l'XI e il XII secolo, si presenta a navata unica con copertura a capanna e campanile a vela. L'abside semicircolare, esternamente decorato da semicolonne, mensole e archetti, presenta al centro una bifora sormontata da un rilievo con due colombe. Nel XII secolo apparteneva ad un monastero benedettino femminile, che nel 1212 accolse santa Chiara d'Assisi.
 
Itinerari

La Rocca Baglionesca

E' uno dei luoghi più suggestivi di Bastia Umbra. Si tratta di un edificio fortificato caratterizzato da possenti bastioni e da torri angolari. Il basamento ha un andamento speronato ed è quasi privo di aperture. Fu ricostruita dalla famiglia Baglioni che ne fece la sua residenza dal 1431. Nel corso del secolo successivo passò sotto al governo dello Stato della Chiesa perdendo la sua funzione difensiva e militare. Dopo un prolungato stato di abbandono, nel corso del 1600 la Rocca venne adibita a monastero femminile. All’interno della Rocca si trova la Chiesa di Sant’Anna del XVIII secolo, realizzata con il contributo di Artemisia Baldeschi, contessa di Perugia. Custodite all'interno dell'edificio, due bellissime tele: la prima raffigurante la Madonna con Gesù Bambino fra i Santi Anna, Francesco e Chiara e un’altra rappresentante San Benedetto, dipinta da Francesco Appiani nel XVIII secolo.
 
Itinerari

Porta Sant'Angelo

La porta Sant'Angelo è rivolta verso ovest ed è la porta meglio conservata dell'antica cerchia muraria cittadina. Al di sopra della volta d'ingresso si trovano due fenditure laterali, che servivano per alloggiare i meccanismi di manovra del ponte levatoio, sostituito successivamente da un piccolo ponte in muratura. I merli in laterizio che coronano la terminazione della porta sono stati ricostruiti nell'intervento di restauro del 1931.
 
Itinerari

Altri monumenti

Il ponte sul Chiascio venne realizzato tra il 1546 e il 1548, per volere di papa Paolo III. I sostegni delle tre arcate sono decorati da due grandi oculi contenenti rispettivamente le insegne del pontefice committente e di papa Gregorio XIII, che lo fece consolidare fra il 1579 e il 1581. In piazza Cavour si trova Il monumento a Colomba Antonietti, eretto in ricordo dell'eroina risorgimentale, nata a Bastia Umbra nel 1826 e morta nel 1849combattendo in difesa della Repubblica Romana. Il monumento attuale venne costruito nel 1964, in sostituzione di un altro, opera di Vincenzo Rosignoli, eretto nel 1910 in piazza Mazzini, di cui riutilizza in parte l'impianto decorativo.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita