APRILIA

Cambia Comune

Storia

Storia

Cenni storici

Aprilia nasce il 25 aprile 1936 con le caratteristiche di un borgo rurale grazie alla "bonifica integrale" delle Paludi Pontine realizzata da Mussolini, tentativi già provati inutilmente in passato da Livio Odescalchi e Papa Pio VI a causa dall'insalubrità del territorio. Dal punto di vista cronologico è il "quarto comune dell'Agro redento", realizzato dopo Littoria (l'attuale Latina), Sabaudia e Pontinia e prima di Pomezia. Oggi il centro urbano si presenta in modo notevolmente diverso da come era stato progettato: l'attuale aspetto è dovuto all'abbattimento, negli anni '70, della Casa del Fascio, alla ricostruzione del Municipio, alle parziali modifiche di tutti gli altri edifici, ristrutturati nel dopoguerra e alla recente ricostruzione del Campanile della Chiesa di S. Michele Arcangelo. Aprilia venne infatti coinvolta direttamente dagli eventi bellici della seconda guerra mondiale: in seguito allo sbarco alleato ad Anzio e Nettuno, nel 1944, la città venne bombardata e il centro urbano fu quasi completamente raso al suolo. Nel dopoguerra, i contributi statali, la vocazione industriale del terreno e la vicinanza del mercato di Roma, danno il via ad un processo di industrializzazione che promuove lo sviluppo della città. Negli anni '90 si avverte il passaggio da un'economia di tipo industriale, ad una di tipo post-industriale che sta portando ad un crescente sviluppo del settore terziario.

Visita per

Scarica la App

Tutti i contenuti di ilmiocomune.it a portata di mano sul tuo smartphone!

Scarica l'app

Scopri i contenuti in mobilità con l'app completamente gratuita